Morire a Città del Messico

Da “L’internazionale” n. 779 – 23/29 gennaio 2009

Otto malati terminali sono morti “per scelta” grazie a una legge, in vigore dal gennaio del 2008 nel territorio della capitale federale, che permette di rifiutare un trattamento medico indesiderato.

La “legge delle  volontà anticipate”, equivalente al testamento biologico, ha permesso a 91 persone di rinunciare all’accanimento terapeutico.

La legge è stata approvata all’unanimità dai deputati dell’assemblea della capitale.

Dico io……. forse non è che dobbiamo imparare qualcosa da loro?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...